• miria uras architetto

Ampliare il volume della tua casa

Con la serra o pergola bioclimatica


Cos'è e quali sono le principali caratteristiche di una Serra Bioclimatica o Pergola Bioclimatica.


In linea di massima si tratta di una struttura metallica con pareti in vetro temperato. Preferibilmente appoggiata a una parete esterna dell'abitazione, sulla quale possono esserci finestre o porte, attraverso le quali accedervi.

All'interno della serra è possibile disporre tavoli e divani oltre alle piante rendendola a tutti gli effetti un vano vivibile decisamente suggestivo.


Il concetto della serra /pergola bioclimatica prende spunto da il giardino d'inverno realizzato in molte abitazioni nobiliari e borghesi nel XIX sec. Ha origine molto più antiche ma cominciò a diffondersi a partire dal XVII sec. nell' Europa del Nord per diventare una vera propria moda nel XIX sec. sopratutto in Inghilterra dove la passione del giardinaggio è notoria.

Oggi , i Giardini d'inverno si sono trasformati in serre/pergole bioclimatiche realizzati con strutture costituite da materiali tecnologicamente avanzati che consentono di soddisfare le richieste di risparmio energetico ed eco-sostenibilità con la possibilità, grazie alla normativa in vigore, di realizzare contemporaneamente un ampliamento della propria abitazione, sfruttando, ad esempio un terrazzo esposto a Sud -Sud Est- Sud Ovest.

Differenza tra veranda e serra/pergola bioclimatica.

La veranda è costituita anch'essa da una struttura metallica e pareti in vetro, la differenza è sostanziale. La veranda racchiude uno spazio e crea un volume con nessuna caratteristica di miglioramento del comfort energetico, di fatto per la normativa vigente la veranda rappresenta un aumento di superficie dell'abitazione ed considerato spazio abitabile quindi soggetto alla verifica dell'ammissibilità rispetto ai parametri urbanistici ( difficilmente attuabile).


La serra bioclimatica viene considerato come vano tecnico, grazie alle sue caratteristiche che migliorano l'efficienza energetica e l' ecosostenibilità della casa. Questo permette di risparmiare sul consumo di riscaldamento e condizionamento. Di fatto, andrà ad influire sul risparmio energetico della tua abitazione. Significa che otterrai un volume fruibile, concesso gratuitamente nel rispetto delle norme edilizie del proprio Comune .


Per far sì che la serra/pergola bioclimatica

che andrai a costruire soddisfi tutta la normativa di riferimento, oltre al progetto architettonico, avrai bisogno di un ingegnere termotecnico che preparerà una relazione energetica per dimostrare che tutti i requisiti di legge siano soddisfatti.


Normativa

Ogni comune ha specifici parametri, non cambiano però i principi generali.

Ad ogni modo ti consiglio di verificarli, in quanto faccio riferimento a quelli previsti dal comune di Genova.

Passiamo quindi ad elencare per punti gli aspetti normativi da tenere in considerazione per la realizzazione della tua serra/pergola bioclimatica.

SUPERFICI VETRATE:

L’involucro della serra deve essere costituito dall’ 70% al 100% di superficie vetrata.

La struttura portante deve essere in materiale resistente alle intemperie, al degrado estetico e funzionale, oltre ad avere caratteristiche rispondenti al mantenimento dell'efficienza energetica del nuovo volume.

IMPIANTI:

Per essere considerata una serra/pergola bioclimatica non deve essere munita di impianto di condizionamento o di riscaldamento.

Deve essere dotata di parti oscuranti amovibili e/o regolabili, per gestire l'irraggiamento solare estivo.

Deve essere provvista di opportune aperture per consentire la ventilazione naturale.

ORIENTAMENTO:

Per garantire un sufficiente apporto di energia solare la serra bioclimatica deve essere esposta a Sud est- Sud- Sud ovest.

VOLUME:

Il volume netto racchiuso dalle pareti trasparenti della serra deve essere compreso tra il 10% e il 20% del volume interno lordo dell'unità immobiliare a cui la serra è collegata. (consultare il Regolamento Edilizio del proprio Comune).

GUADAGNO ENERGETICO:

Deve consentire una riduzione almeno del 15% (consultare il Regolamento Edilizio del proprio Comune) del fabbisogno di energia primaria per il riscaldamento. Il calcolo del guadagno energetico deve essere dimostrato dal tuo termotecnico di fiducia.

I vantaggi sono davvero notevoli

e vale la pena valutare la realizzazione di una serra/pergola bioclimatica :

IMPATTO AMBIENTALE:

La struttura permette di risparmiare energia e ridurre le emissioni di CO2.

COMFORT:

Miglioramento delle condizioni di comfort abitativo grazie ad un ambiente termoregolato sia in estate che in inverno.

VALORE DI MERCATO:

L’installazione di una serra consente di adeguarsi alle norme sulle certificazioni energetiche e di conseguenza aumentare notevolmente il valore di mercato dell’immobile.

AUMENTO CUBATURA:

La serra/pergola bioclimatica non influisce sulla cubatura dell’edificio, ciò significa che la porzione occupata non è esposta a tassazione. Questo avviene perché essendo una soluzione di bioedilizia, quello della serra è considerato volume tecnico, cioè un volume fruibile concesso gratuitamente e non computabile nel volume totale dell’immobile.

DETRAZIONI FISCALI:

Rientrando nelle lavorazioni di incremento di risparmio energetico potrai godere della detrazione fiscale del 65% sulla costruzione della serra solare, sia per quanto riguarda le lavorazioni che per la progettazione. La serra bioclimatica si configura quindi come un investimento ben giustificato.


Non preoccuparti di tutte queste questioni tecniche, ho imparato tutto al riguardo se vuoi ulteriori informazioni puoi contattarmi sarò felice di raccontarti i dettagli.